Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Data - 25/02/2018
Tutto il giorno

Luogo
MONTE ARGENTARIO


Carissimi Soci,

è ancora inverno, ma la voglia di andare in moto è notevole, quindi cosa c’è di meglio nell’andare in montagna pur rimanendo al mare !!!!!

Il Monte Argentario

Rinomato luogo di villeggiatura, si trova all’estremità meridionale della Toscana, nella Maremma Grossetana ed è parte dell’area geografica conosciuta come Costa d’Argento.

Il principale centro abitato è Porto Santo Stefano, sede comunale e capoluogo, situato sulla costa nord-occidentale del comune sparso che comprende l’intero promontorio; sulla costa sud-orientale si trova la frazione di Porto Ercole, di antiche origini.

Il Monte Argentario è un promontorio che si protende nel Mar Tirreno in corrispondenza delle due isole più meridionali dell’Arcipelago Toscano; l’Isola del Giglio e l’Isola di Giannutri. 

La costa di Capo d’Uomo
Anche l’Argentario nasce come isola, ma nel corso dei secoli l’azione congiunta delle correnti marine e del fiume Albegna ha creato due tomboli, il Tombolo della Giannella ed il Tombolo della Feniglia, che hanno unito l’isola alla terra ferma, formando nel contempo la Laguna di Orbetello.

Il Monte Argentario raggiunge il punto più alto in corrispondenza di Punta Telegrafo (635 m) ed è caratterizzato da un territorio completamente collinare e a tratti impervio, addolcito unicamente dall’opera dell’uomo che ha creato nel tempo delle terrazze dove si coltivano prevalentemente viti e ulivi. La costa, molto frastagliata, comprende cale e spiagge, prevalentemente sassose, di notevole bellezza dal punto di vista naturalistico e fa parte del Santuario dei cetacei istituito nel 1991 come area naturale marina protetta di interesse internazionale. Fanno parte del territorio comunale anche alcuni isolotti, l’Isolotto di Porto Ercole, l’Isola Rossa e l’Isola Argentarola.

Pranzeremo all’Agriturismo Parrina ad Albinia.

Costo a Persona: 33,00€

Prenotazioni

Disponibilità 41 posti.

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.